Questo sito usa cookie anche di terze parti per offrire una migliore esperienza di navigazione e per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza. Chi sceglie di proseguire nella navigazione su www.ingegnoli.it esprime il consenso all'uso dei cookie chiudendo questo banner o cliccando al di fuori di esso. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy. - Leggi di più - Accetta
icona mobile
Toggle Nav
Carrello
Chiudi
  • Menu

Bonus Verde 2018

COS'E' IL BONUS VERDE

E' una detrazione Irpef del 36% delle spese sostenute per la sistemazione a verde degli immobili ad uso abitativo valido fino al 31 dicembre 2018, con un limite massimo di 5mila euro per unità immobiliare

Ricadono nel bonus verde anche tutti quegli investimenti effettuati in condominio. In questo caso lo sconto sale di molto, perché il tetto massimo di 5mila euro viene moltiplicato per tutte le unità immobiliari. Quindi, per un condominio con dieci appartamenti ci saranno 50mila euro di limite massimo e 18mila euro di sconto  fiscale.

Il bonus è cumulabile su più immobili, cioè lo stesso soggetto può usufruirne per interventi su diversi immobili di proprietà. L’Agenzia delle Entrate ha spiegato che, in analogia a quanto accade per le detrazioni sulle ristrutturazioni, l’agevolazione è ridotta del 50% se gli interventi di sistemazione a verde si riferiscono ad immobili a uso promiscuo.

La detrazione verrà ripartita in dieci quote annuali di pari importo a partire dall’anno in cui è sostenuta la spesa. Ciascun contribuente ha diritto a detrarre annualmente la quota spettante nei limiti dell’Irpef dovuta per l’anno in questione.

CARATTERISTICHE DELL'INTERVENTO

Gli interventi devono essere di natura straordinaria e perenne. La sistemazione del verde di Giardini, Giardini pensili, terrazzi e balconi. Si specifica, relativamente agli interventi riguardanti balconi e terrazzi, che viene ammessa la spesa sostenuta per l'acquisto e la piantagione di alberi, cespugli e arbustive con carattere di essenze perenni e non stagionali.Sono quindi agevolabili le opere che si inseriscono in un intervento relativo all'intero giardino o all’area interessata. In questo contesto anche la fornitura di piante e arbusti, anche in vasi mobili.

La sistemazione a verde deve essere di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze e recinzioni. Ecco un elenco di lavori ammessi:

  • riqualificazione di tappeti erbosi - prati (ad esclusione di quelli per uso sportivo con fini di lucro)
  • realizzazione di impianti di irrigazione
  • spese di progettazione connesse all’esecuzione dei lavori
  • fornitura e messa a dimora di piante o arbusti di qualsiasi genere o tipo
  • restauro e recupero del verde relativo a giardini di interesse storico e artistico
  • realizzazione di coperture a verde
  • realizzazione di giardini pensili
  • realizzazione di pozzi
  • lavori e interventi per la trasformazione di un'area incolta in aiuole e giardini

ESCLUSIONI

Esclusi dall’agevolazione gli immobili di nuova costruzione, uffici, negozi e magazzini. Escluse inoltre le spese per i lavori eseguiti in economia e quelle per la manutenzione ordinaria dei giardini, come la potatura delle siepi o la rasatura del prato. Non può essere agevolato neanche l’acquisto di vasi per il balcone nè i tappeti erbosi ad uso sportivo con fini di lucro

METODO DI PAGAMENTO

I pagamenti vanno effettuati con strumenti tracciabili, come bonifico ordinario, assegno bancario o postale, bancomat e carte di credito. In condominio si applica la ritenuta del 4%, ma non la ritenuta dell’8% da parte degli istituti di credito per i prestatori d’opera.

  • Per ottenere la detrazione, i pagamenti devono essere effettuati con strumenti idonei a consentirne la tracciabilità, come assegno, bancomat, carte di credito, bonifici ordinari . NON IN CONTRASSEGNO
  • Richiedere fattura o documento fiscale idoneo meglio se con indicato proprio codice fiscale (esempionel caso di un acquisto sul nostro sito al momento del checkout selezionare fattura sì e inserire i dati fiscali).
  • La fattura in questione deve contenere la dicitura In ottemperanza alla Legge 205 del 2017 articolo 1 , comma 12/15 (sul nostro sito: inserire nelle note dell'ordine desidero usufruire del bonus verde)
  • Per poter beneficiare del bonus sarà poi necessario inserire i dettagli relativi alle spese sostenute nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno d’imposta di riferimento.

RIFERIMENTI NORMATIVI
La detrazione fiscale delle spese per interventi di sistemazione a verde degli immobili ad uso residenziale (Bonus Verde o EcoBonus) è stata introdotta dai commi 12, 13 e 14 della Legge di Bilancio 2018 (Legge 205/2017).

Puoi iscriverti qui per ricevere gratuitamente il catalogo 2019 (spedizioni cumulative da dicembre a marzo) oppure acquistarlo qui per ricevere subito il catalogo 2019

Chiudi