9FM97 - MELO COLONNARE -CHINON® Delcoblu-

Spedizione da ottobre 2019

Il colore dei suoi frutti va da un blu rosa ad un violetto e  vi sorprenderanno per il loro equilibrio di dolcezza con un punto di acidità. È un eccellente impollinatore e la sua messa a frutto è rapida ed abbondante. Ottima resistenza alle patologie fungine.  Piante con portinnesti speciali per piccoli giardini, terrazzi e per coltivazioni intensive.

I meli colonnari possono raggiungere un'altezza di  3,5 metri anche se possono essere facilmente contenuti tramite potatura dell'apice vegetativo.

Distanza di piantumazione 60-70 cm

Impollinatori: Amboise, Cheverny

Raccolta: metà agosto – inizio settembre

Elementi prodotti raggruppati
Confezione  Prezzo
1 pianta di 2 anni in confezione PAP
30,00 €

Impollinazione
I meli  risultano autosterili e quindi non fruttificano o fruttificano scarsamente, se non a seguito dell’impollinazione incrociata con una varietà specifica. Le condizioni ideali affinchè possa avvenire una corretta impollinazione:

- tenere conto del vento dominante nel caso di impollinazione anemofila ( impollinazione tramite vento)

- nel caso di impollinazione entomofila ( tramite insetti pronubi) consigliamo distanze non superiori a 20 metri

A sua volta l'impollinatore per fruttificare  ha bisogno della pianta che ha impollinato ( ad esclusione dei casi in cui sia una pianta autofertile) .

Piante in PAP (pronta da piantare) e piantumazione
Questa speciale confezione viene da noi utilizzata per mantenere nelle migliori condizioni le giovani piante da frutto. Per piantare si elimina il sacchetto esterno di plastica; al suo interno il pane di terra è trattenuto da una protezione biodegradabile che non va asportata ma incisa verticalmente; è molto utile per trasferire a dimora la pianta senza danni alle radici. Tagliare gli eventuali legacci che trattengono i rami, eliminare i rametti più esili o secchi, accorciare per metà della loro lunghezza i restanti, e bagnare abbondantemente.
Epoche di piantumazione
Possibilmente conviene eseguire la piantagione dei fruttiferi nel tardo autunno, cioè nei mesi di novembre e dicembre (prima dei geli), anche se è comunque possibile la piantagione in tempi successivi in pieno inverno in assenza di terreno gelato. Altro periodo utile alla piantagione è febbraio – marzo o al massimo fino a metà aprile. Solo se le piante sono state precedentemente coltivate in vasi, la piantagione può effettuarsi anche nei mesi successivi, con le dovute cautele e mantenendo integro il pane di terra. Le piante da frutto crescono bene nei terreni di buona fertilità, profondi e permeabili. Se invece i terreni sono molto argillosi e piuttosto compatti è opportuno provvedere a drenarli in profondità.

NB .Le epoche di maturazione di tutte le piante da frutto possono anticipare o ritardare anche di una settimana o più, a seconda dell'esposizione e del clima.