9FR45 - MORA SENZA SPINE

Disponibile Disponibile
Pianta vigorosa dai grossi frutti; distanza d'impianto m.2/3.
Raccolta: agosto-settembre.

Elementi prodotti raggruppati
Confezione  Prezzo Qtà
1 pianta in vaso
9,50 €
- +

Scelta del terreno ed esposizione

La mora predilige terreni leggeri ed areati, organici, ricchi di humus e leggermente acidi (pH ottimale 6,2-6,5) ed è meno esigente del lampone. Se il terreno non è del tutto ottimale, si può migliorare realizzando un cumulo di terra alto 30 cm. L’esposizione al sole è preferibile in filari in direzione est-ovest; l’impianto dovrà essere fatto in modo che non sia esposto ai venti dominanti.

Preparazione del terreno e concimazione

La preparazione deve essere fatta con terreno in tempera, preferibilmente in autunno. Per questo tipo di coltivazione è preferibile prevedre l'utilizzo di una pacciamatura ( teli in polietilene o Biotelo) per contenere le infestanti. Prima dell’impianto vanno incorporati nel terreno 4-8 kg di letame maturo per mq oppure terriccio assieme a 40g/mq di concime minerale complesso.

La coltivazione in vaso

La mora può essere anche coltivato in un vaso di almeno 30 litri di torba o terriccio molto permeabile a pH 6,5. La nutrizione può essere assicurata dalla fertirrigazione, se presente, oppure con la distribuzione primaverile di concime a lenta cessione tipo Osmocote .

L’impianto

Le piante coltivate in vaso si possono mettere a dimora praticamente durante tutto l’anno. Le epoche classiche rimangono comunque il mese di novembre per le regioni centro-meridionali italiane, la primavera per le regioni del settentrione.La distanza consigliata è di1 mt tra le piante sulla fila, 2- 2,5 m tra i filari, cioè 1 pianta per 2 mq di superficie.

Irrigazione

È importante non bagnare i fiori e i frutti, al fine di evitare lo sviluppo di muffe; si consiglia dunque di adottare un impianto a goccia o ala gocciolante  posata sul terreno o sotto la pacciamatura.

Potatura

Estiva :Si lasciano 3 nuovi polloni per pianta, che in autunno verranno cimati a 180 cm.
Invernale:  Si eliminano i tralci che hanno prodotto, si legano ai sostegni i nuovi polloni che si cimano a 180 cm; i cui getti laterali, se esistenti, si accorciano a 3 gemme.

Concimazione primaverile

A titolo indicativo vista la varia natura dei terreni di coltivazione si può apportare un concime complesso con un titolo tipo il Compo Blu , dose media: 50-80 g/m, da effettuarsi alla fine di maggio . Verso fine luglio effettuare nuovamente una concimazione con un dosaggio pari alla metà della precedente.