1184 - FAGIOLO NANO ZOLFINO

Disponibile Disponibile

È una varietà antica ancora coltivata in Toscana nel Pratomagno del Casentino, molto rara e con caratteristiche organolettiche di assoluta rilevanza.

La particolarità di questo fagiolo è la quasi totale assenza di buccia, l’intenso sapore e la prerogativa di reggere ad una cottura prolungata.
La buccia sottilissima lo rende particolarmente digeribile. Il seme ha forma globosa, è piccolo ed irregolare di colore giallino. La pasta è densa, tenerissima e cremosa.
Si coltiva come il fagiolo cannellino, si consiglia la semina in terreni privi di ristagni d’acqua in quanto questa pianta non li tollera.
È un fagiolo delicato da coltivare in quanto teme le forti escursioni termiche e le gelate primaverili.

Elementi prodotti raggruppati
Confezione  Prezzo Qtà
Confezione da 100gr
3,80 €
- +
Confezione da 200gr
7,50 €
- +
Confezione da 500gr
14,00 €
- +
Confezione da 1Kg
25,00 €
- +

Famiglia Leguminose/Papilionacee
Semina: direttamente a dimora in marzo sotto tunnel; all’aperto da metà primavera a luglio-agosto.

Distanze: i nani a 40-60 cm. tra le file e 25 cm. sulla fila. I rampicanti, a seconda della vigoria, da 60 a 80-120 cm. tra le file e 25 cm. sulla fila; disporre i sostegni alti 240
cm. circa prima della piantagione.

Consigli: rincalzare leggermente il terreno alla base della pianta sviluppata; con terreno a disposizione, lasciare 20 cm. in più tra le file.

Seme occorrente: nani 1,5-2 kg. per 100 mq. di terreno; rampicanti 1-1,5 kg. per 100 mq. di terreno.